Promuovere e valorizzare il patrimonio architettonico e immobiliare

Un modo nuovo di considerare il patrimonio architettonico e immobiliare d’epoca e storico della Puglia e del Salento ovvero pensarlo come una opportunità di lavoro, di occupazione ma anche di attività imprenditoriale e professionale.
L’Italia custodisce e possiede il più importante patrimonio architettonico, artistico, culturale e storico del mondo. Si stima che circa il 5% di questo immenso patrimonio è proprio in Puglia, con i suoi borghi, castelli, chiese, masserie, palazzi e ville.
Questo è l’obiettivo del corso di promozione e valorizzazione del patrimonio architettonico d’epoca e storico promosso da Assocastelli in collaborazione con Università del Salento.

Le lezioni del corso avranno inizio il prossimo 11 gennaio 2022 e si svolgeranno on line sulla piattaforma telematica messa a disposizione dall’Università del Salento.
Per questo primo corso la partecipazione è stata limitata a una decina di iscritti, anche se agli organizzatori erano pervenute oltre 30 richieste di adesioni.
Questa scelta limitativa – spiegano gli organizzatori – è motivata dall’opportunità di regolare con gradualità l’inserimento nel settore del patrimonio.
I partecipanti appartengono a tre differenti profili: imprenditori proprietari di location che desiderano rendere maggiormente profittevoli le loro imprese (aperte agli eventi, all’ospitalità e alla ristorazione), professionisti (come architetti e guide turistiche) che vogliono sviluppare le loro attività nel settore e infine studenti che magari hanno già seguito corsi di laurea in Unisalento sui beni culturali e sul turismo. E’ comunque intento degli organizzatori avviare successivamente altri corsi.

Tra i docenti il Rettore UniSalento Fabio Pollice, che si occuperà della narrazione del patrimonio e del territorio, e il Presidente di Assocastelli Ivan Drogo Inglese, che ricopre anche l’incarico di Presidente degli Stati Generali del Patrimonio Italiano e che tratterà le tematiche relative alla promozione e alla valorizzazione del patrimonio architettonico e immobiliare. Interverrà tra gli altri anche la Presidente di Apulia Film Commission Simonetta Dellomonaco che, oltre a illustrare le attività della Fondazione, spiegherà come utilizzare una location per produzioni cinematografiche.
Una caratteristica che renderà innovativo questo corso intensivo è senza dubbio rappresentata dal fatto che il programma prevede anche un laboratorio didattico ovvero l’esperienza pratica in una delle tante strutture di Assocastelli in Puglia (circa 80).
All’Università del Salento il settore dei beni culturali e quello del turismo sono da anni oggetto di ricerca, didattica e attività di “terza missione”. Questa nuova iniziativa si inserisce nell’ambito dell’accordo sottoscritto nei mesi scorsi con Assocastelli con l’obiettivo di collaborare alla valorizzazione di un immenso patrimonio culturale, costituito da palazzi d’epoca, masserie, ville storiche e castelli, attraverso un sistema integrato di attività volto sia a supportare proprietari e gestori di questo patrimonio, sia a creare le condizioni territoriali perché questo possa fungere da volano di sviluppo delle economie locali.

Assocastelli è una delle più importanti associazioni operanti nella valorizzazione di uno dei principali asset strategici del patrimonio artistico-monumentale italiano: le dimore storiche. Riunisce i gestori e proprietari di immobili d’epoca e storici e punta alla promozione di questo patrimonio.

Dott.ssa Loredana De Vitis