Precariato e PNRR

La crisi pandemica ha inciso sul mercato del lavoro anche se è iniziata la fase del recupero caratterizzata, però, da molte forme di precariato e di contratti a tempo determinato di breve durata.

I contratti a tempo determinato con tempi brevi creano un grave disagio in quanto impediscono ogni progettualità e forma di sviluppo anche perchè sono ridotte le possibilità di trasformarli in contratto a tempo indeterminato.

E’ necessario sostenere una buona occupazione nel lungo termine.
Proprio per questo va ribadito che le risorse del PNRR, grazie alla collaborazione tra forze sociali e istituzioni, vanno usate in modo mirato valutando le esigenze di ogni territorio e tenendo in conto l’occupazione giovanile e femminile e la rigenerazione del Mezzogiorno.

Antonella Cirese