Le erbe aromatiche preziose alleate non solo in cucina

Le erbe aromatiche non vanno considerate solo per impreziosire le ricette e rendere più gustoso un piatto. Basilico, prezzemolo, rosmarino, salvia sono ricchi di elementi nutritivi che possono apportare all’organismo numerosi benefici. Non vanno infatti sottovalutati gli elementi nutritivi contenuti in esse, mentre spesso le consideriamo decorazioni per il piatto e niente più.

Basilico Il basilico è una delle erbe aromatiche più diffuse, è originario dell’Iran, dell’India e di altre aree tropicali dell’Asia. Ha diverse proprietà nutritive per il nostro organismo ed è ricco di minerali e nutrienti, come la vitamina K e il manganese. È un’ottima fonte di vitamina C, calcio, ferro, potassio e rame. Vanta inoltre proprietà antinfiammatorie e antibatteriche. In particolare, l’eugenolo è utile contro disturbi infiammatori come l’artrite reumatoide, l’artrosi e le malattie infiammatorie intestinali. Anche l’infuso di basilico, che può aiutare ad alleviare la nausea, ha leggere funzioni antisettiche.

Prezzemolo Il prezzemolo è un’erba aromatica nativa dell’area del Mediterraneo; dal punto di vista nutrizionale è una fonte di antiossidanti, di molecole alleate del metabolismo e di nutrienti utili per la salute di ossa e denti. È fonte di beta-carotene. Ha proprietà antisettiche, ma anche proprietà diuretiche. Il consumo, però, va limitato perché, in grandi quantità, può causare effetti collaterali come forme di anemia e problemi epatici.

Rosmarino Il rosmarino è un arbusto con proprietà aromatiche. E’ molto diffuso nei Paesi del Mediterraneo. È ricco di sostanze benefiche, come il calcio, che favorisce la salute di denti e ossa, come il potassio, che aiuta a mantenere sotto controllo la pressione sanguigna, ma anche di vitamina C, che ha proprietà antiossidanti e aiuta a rafforzare il sistema immunitario, e di folati. La pianta è ricca di fibre e di magnesio, necessario per la sintesi delle proteine.

Salvia La salvia diffusa in tutta l’area del Mediterraneo e nelle regioni dei Balcani. Dal punto di vista nutrizionale è una buona fonte di antiossidanti, di vitamine alleate del funzionamento del metabolismo e di minerali alleati di cuore, ossa, denti e cervello. Assunta nelle dosi “da cucina”, la salvia non ha particolari controindicazioni. Tuttavia, in grandi quantità può essere pericolosa in caso di gravidanza o allattamento.

Alloro L’alloro è un’erba aromatica della quale si utilizzano principalmente le foglie; è diffuso nelle regioni del Mediterraneo e in altre parti dell’Asia. Foglie e bacche di alloro hanno proprietà astringenti, diuretiche e stimolanti dell’appetito. Infusioni delle parti verdi della pianta possono essere utilizzate per alleviare i sintomi dell’ulcera gastrica e i dolori associati o coliche. Infine, l’olio essenziale è usato per ridurre artrite, dolori muscolari, bronchiti e sintomi simil influenzali. Dal punto di vista nutrizionale, le foglie sono una fonte di vitamina C, di acido folico, di vitamina A e di vitamine del gruppo B. Fra i minerali, l’alloro apporta potassio, calcio, fosforo e magnesio utili per la salute di ossa e denti e ferro e rame richiesti per la produzione dei globuli rossi. L’alloro è fonte di acido laurico, molecola dall’azione repellente nei confronti degli insetti. A questo punto non ci resta che consigliare di coltivare e utilizzare queste piantine dalle mille virtù, ne beneficerà fisico e mente.

Paola Copertino