La sostenibilità del cibo e l’extravergine carbon neutral

Dalla Sicilia arriva una buona notizia. A Catania c’è Boniviri impresa benefit che ha unito qualità e sostenibilità producendo olio extravergine di oliva di altissima qualità.

La startup nella primavera del 2021, ha lanciato il primo olio extravergine di oliva biologico italiano carbon neutral, cioè a zero-impatto climatico.
La produzione dell’olio Boniviri prevede che le emissioni di CO2 generate dall’olio lungo tutta la filiera, dal campo alla tavola, siano calcolate, ridotte tramite scelte sostenibili e, infine, azzerate attraverso progetti di riforestazione.

La pandemia ha sottolineato come una sana alimentazione e una sana agricoltura tutelano sia la salute dell’uomo che dell’ambiente.

L’agricoltura da sola è responsabile per il 30% dell’emissione di gas serra provocata dall’uomo ed è responsabile della deforestazione, di perdita della biodiversità, d’inquinamento idrico e del consumo di acqua dolce. La maggior parte dei terreni è impiegata nella produzione di mangimi destinati al bestiame.

E’ giunto il momento di realizzare nuovi modelli di agricoltura e di produzione che rendano il cibo fonte di sostenibilità ambientale e sociale.

La startup Boniviri testimonia come, ancora una volta il Sud, sia propulsore di rigenerazione territoriale con le sua imprenditoria giovane attenta al rinnovamento.

Antonella Cirese