La Governance del PNRR e il dialogo sociale

La circolare n. 31 del 2 novembre 2021 dal titolo “Governance del PNRR e capacità amministrativa: sviluppi a valle del decreto-legge n. 77/2021” mette in evidenza che la governance del PNRR assume una natura dinamica in quanto dovrebbe consentire l’attivazione degli strumenti normativi e amministrativi a disposizione per risolvere i problemi.

La necessità, affinchè le risorse siano impiegate in modo mirato e razionale per la rinascita dei territori (non dimentichiamoci mai della centralità del Mezzogiorno nell’attuazione del PNRR), è quella di aprire nella fase di attuazione un reale dialogo con tutti i cittadini, le università, le organizzazioni di cittadinanza, del lavoro e delle imprese.

La fase di attuazione del PNRR deve scendere dalla “Stanza dei bottoni” e raggiungere la comunità civile e quindi le parti sociali.
Le risorse del PNRR potranno davvero essere strumento di rinnovamento e rigenerazione dei nostri territori solo se l’attuazione dei progetti sia partecipata con la co-progettazione e la collaborazione della comunità civile vera portavoce dei bisogni della collettività.

Antonella Cirese