Centenario del Milite ignoto

Quest’anno il IV Novembre si carica di un significato speciale, ricorre il Centenario della traslazione della salma del Milite Ignoto da Aquileia, in provincia di Udine, a Roma. “Celebrare il Milite Ignoto significa diventare tutti padri, madri, fratelli e sorelle di quei militari che riposano nei nostri Sacrari e di cui ancora non conosciamo il nome”così il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini al Teatro Petruzzelli di Bari per la presentazione del francobollo celebrativo del Centenario. Il Francobollo rappresenta il Vittoriano, luogo che custodisce il Sacello del Milite Ignoto. Richiamando le celebrazioni compiute  nel 1921, il Ministro ne ha sottolineato l’importanza quale momento di grande unificazione del Paese ancora provato dalla guerra. L’Italia, prostrata ma vittoriosa, cent’anni fa trovò nella celebrazione del Milite Ignoto un momento di grande unificazione dopo i lutti e le distruzioni subite.

La seconda tappa di avvicinamento al IV Novembre si è svolta a Roma nello storico palazzo della Zecca italiana per la presentazione della moneta commemorativa realizzata per il Centenario del Milite Ignoto dal Poligrafico e Zecca dello Stato. La moneta, del valore nominale di cinque euro, fa parte della Collezione Numismatica 2021 e rappresenta un tributo alla memoria di tutti i soldati italiani che nel primo conflitto mondiale hanno perso la vita in nome dell’Italia e della sua libertà. L’iconografia dell’opera, progettata e realizzata dall’artista Silvia Petrassi, richiama i valori collettivi dell’unità nazionale e il sentimento patriottico che hanno caratterizzato i momenti più importanti della storia del nostro Paese.

La rielaborazione del lutto nazionale è stato un tema sviluppato in due convegni organizzati all’Università di Padova a cura dello Stato Maggiore dell’Esercito e presso la Scuola Ufficiali dei Carabinieri a Roma per conto dello Stato Maggiore della Difesa. Giovedì 4 novembre saà possibile vedere “La Scelta di Maria”, docufilm in onda in prima serata su Rai 1; la pellicola è stata presentata all’interno della Festa del Cinema di Roma. Francesco Miccichè e Sonia Bergamasco sono regista e protagonista dell’opera prodotta dalla casa di produzione Anele, in collaborazione con Rai Cinema, Fondazione Aquileia, Istituto Luce-Cinecittà e Comune di Aquileia.

Proprio dalla stazione ferroviaria della cittadina friulana è in partenza il treno storico allestito dalla Fondazione FS italiane in collaborazione con il Reggimento Genio Ferrovieri di Castel Maggiore. Il convoglio, dopo una breve cerimonia, partirà dal primo binario dello scalo di  Cervignano del Friuli Aquileia Grado per Venezia Santa Lucia alle ore 13.18, Venerdì 29 ottobre. Le tappe successive, dopo il transito da Gorizia, saranno: Udine, Treviso, Venezia Santa Lucia, Bologna Centrale, Santa Maria Novella e Arezzo.  Alle ore 11.00 del 2 novembre, al binario 1 della stazione di Roma Termini, arriverà il “Treno della Memoria” accolto dalla più alte autorità dello Stato. Il convoglio, della Fondazione FS, che è il custode e gestore del grande patrimonio storico delle Ferrovie italiane, sarà trainato dalla locomotiva a vapore Gr 640.003. Sul treno è stata predisposta una mostra storica che ricorda il medesimo viaggio compito un secolo prima; l’allestimento sarà visitabile nelle ore di sosta nelle stazioni lungo l’itinerario ferroviario.  

                                                                                             Paola Copertino