Alessandro Casillo: Vi presento la mia nuova “Eclissi” – Intervista

Alessandro Casillo, classe 1996, nasce sotto il segno dei gemelli e cresce ad Assago (Mi).
La musica è da subito la sua più grande passione, che non sfugge all’occhio della famiglia. Ha soli 13 anni quando proprio il fratello lo iscrive a sua insaputa al programma canoro “Io Canto” condotto da Gerry Scotti in onda su Canale 5. Alessandro è talentuoso e la popolarità non tarda ad arrivare.

Nel 2012 calca il palco dell’Ariston, nella categoria “Sanremo Giovani” con il brano “E’ vero (che ci sei)”, aggiudicandosi la vittoria della sessantaduesima edizione del Festival.

L’ascesa della carriera continua. Dopo il sold out dei primi concerti a Milano e Roma, Alessandro si esibisce su diversi palchi come quello dei TRL Awards e Summer Festival. Nel 2014 il secondo prodotto discografico #ALE è secondo in classifica di vendita già dalla prima settimana. Prima di lui solo l’album di Ligabue “Mondovisione”.

Il nuovo tour registra immediatamente sold out ad ogni tappa toccando Milano, Catania, Roma e Napoli.
Dopo alcune esperienze televisive e importanti collaborazioni musicali, nel 2015 decide di sparire dalla scena per riprendere gli studi e conseguire il diploma di maturità superiore.
Una volta raggiunto l’obiettivo prova a ripartire con la musica, ma nulla è più come prima. Decide a quel punto di imparare il mestiere di idraulico e di staccare con la musica, un distacco durato quattro anni quando partecipa alla diciottesima edizione di “Amici di Maria De Filippi”.

Durante la pandemia lavora a nuovi progetti pubblicando tre singoli con una nuova etichetta discografica. Ad ottobre 2021 l’uscita del suo nuovo singolo “Eclissi” prodotto da Room9.

Il mondo della musica non è certo dei più semplici, non di rado possono esserci momenti di sconforto. Tu in primis ne hai vissuto qualcuno durante il tuo percorso artistico, decidendo di fare per un periodo l’idraulico. Come stai oggi?

La musica oggi è il mio lavoro e come tale deve poter garantirmi un riscontro economico. Non è sempre facile, e senza vergogna ti dico che spesso faccio dei lavori diversi.. ho fatto l’idraulico ma mi capita anche di fare lo “spazza-camini”, nel senso che pulisco le canne fumarie per non dover dipendere dai miei genitori.
Per carità la mia famiglia non mi ha mai fatto mancare nulla, ma sono sempre stato dell’idea che nella vita nessuno ti regala niente, per cui se vuoi veramente qualcosa devi rimboccarti le maniche e guadagnartela.

Durante la tua partecipazione ad “Amici” hai sorpreso tutti quando hai deciso di lasciare il programma poco prima del serale. Qualcuno sostiene che la tua scelta sia dovuta al fatto che mal digerivi le critiche durante le prove. E’ cosi?

Assolutamente no, non è quella la motivazione. In quel momento ero poco concentrato sui miei obiettivi e mi sentivo lontano dalla mia concezione di musica. Non stavo bene con me stesso, sentivo che non era quello il posto giusto per me… avevo bisogno di tornare a casa dalla mia musica, così ho deciso di abbandonare la scuola senza starci troppo a pensare.

Nell’ultimo anno ci sono stati tanti cambiamenti nella tua vita, tra cui il cambio del tuo look pensando al colore dei capelli ad esempio.
Si tratta di una nuova versione di Alessandro o è legato semplicemente ad una scelta dettata dal gusto?

In realtà il colore dei capelli è stato un danno della quarantena.. con i parrucchieri chiusi ho fatto un danno clamoroso con il colore! Li sto facendo crescere per rimediare. Gli altri cambiamenti dipendono invece dalla crescita e dall’esperienza di ciascuno nel corso del tempo.
Oggi non sono più un ragazzino, inizio ad essere un uomo, mi sento abbastanza cambiato anche nel modo di pensare.

I tuoi followers sono stati un pilastro importante per la tua carriera, al punto da aver finanziato un tuo evento con l’attività di crowdfunding a febbraio 2021. Che rapporto hai con loro?

Ho un bellissimo rapporto con i miei fan, c’è uno zoccolo duro che mi segue da oltre dieci anni. Mi capita di riconoscere delle facce a distanza di tempo seppur cambiate.. mi fa riflettere il fatto di esser cresciuti praticamente insieme, è emozionante.

Il primo ottobre è uscito il tuo nuovo singolo “Eclissi”. Che cosa ti aspetti e qual è il contenuto?

Si tratta di una canzone d’amore, racconta per l’appunto la storia di un amore tosto, in chiave ironica.
E’ un pezzo molto orecchiabile, divertente. L’ho scelta tra altri lavori che ho realizzato durante la quarantena, ci tengo davvero molto.
Non so cosa aspettarmi.. sicuramente ha del potenziale, spero arrivi alla gente e che ascoltandola si diverta.