Doomscrolling, abbuffata di notizie che creano ansia

Con il temine “doomscrolling” si identifica la lettura sullo smartphone di tutte le notizie drammatiche, tristi, che creano ansia e depressione.

In questo ultimo anno molte persone sono finite in questo tunnel perché durante la pandemia sono proliferare notizie negative su decessi, chiusura di attività commerciali, aumento di violenze domestiche.

Secondo molti psicologi la lettura di notizie negative è un fenomeno preoccupante che può provocare  disturbi mentali e malessere fisico rendendo stanchi ed improduttivi. Durante questo periodo di incertezza sul futuro si era portati istintivamente a cercare risposte chiarificatrici sui mezzi di informazione. Spesso però abbiamo fatto indigestione. Quindi per resistere all’overdose di informazioni, dobbiamo controllare l’introito delle notizie negative. Come possiamo fare?  Durante l’arco della giornata dobbiamo ritagliarci momenti in cui leggere notizie dal contenuto leggero in modo che possano bilanciare quelle negative e darci un po’ di serenità. Una  pioggia incessante di notizie anche contrastanti tra loro, ha fatto proliferare fake news che hanno creato molta confusione e dubbi.

È quindi il caso di affidarci solo a canali ufficiali e fonti autorevoli evitando notizie su internet specie quando non c’è possibilità di confronto.

Dobbiamo riprendere a progettare il futuro anche se è ancora difficile, fissando piccoli obiettivi a breve scadenza. Se pensiamo solo al presente azzeriamo le emozioni, cadiamo in una routine razionale abbattendo umore ed equilibrio.

Dobbiamo riprendere ad avere fiducia, recuperare nei limiti la socialità, senza cadere nell’ansia di controllare il futuro. Vanno accettati anche i momenti di sconforto perché fanno parte della vita di ognuno. L’importante è sapere che la natura umana ci spinge ad andare avanti e come è successo per le guerre, ci sarà un periodo di rinascita e ripresa.

Paola Copertino