Due pesi e due misure

Palpeggiare una signora, si sa, è sconveniente. Ne sono particolarmente convinti i loro mariti ma non sono previste pene o multe se non per i casi più gravi e reiterati.

Una certa parte politica antisovranista (e quindi presente in ogni dove nel mondo) e con piglio degno delle più fondamentaliste bigotte nostrane, invoca le dimissioni nientemeno che da sindaco di New York di un democratico di lungo corso come Cuomo accusato di comportamenti simili. Naturalmente non entreremo nella questione che è affidata alle attenzioni della magistratura statunitense e noi lo considereremo innocente fino alla condanna definitiva ma non possiamo non riflettere su questa parte politica che si è fatta un seguito considerevole quando predicava l’amore libero mentre oggi abbraccia modelli di comportamento che una volta si chiamavano puritani e cioè simili a quelli della Opus Dei o del periodo vittoriano; quindi modelli che non dovrebbero attendersi  certo da progressisti quali asseriscono di essere.

La libertà oggi invece viene difesa da quella stessa parte politica per gli Lgbt -che è un acronimo che spero sia esatto e che non ho ben capito precisamente cosa significhi- i cui comportamenti non solo non conoscono limiti se non quelli posti dai diretti interessati, ma, secondo loro, non li si potrebbe nemmeno criticare.
La gente comune come me non è pratica di queste cose che coinvolgono una esigua minoranza di popolazione, ma si chiede: un “L” che palpeggia un altro “L” o un “G” viene per questo invitato a lasciare la carica di sindaco o no? Gli “G” si possono palpeggiare a vicenda ma non lo possono fare ai “B” o ai “T”?? e i “T” cosa possono fare e a chi? Il Presidente degli Stati Uniti entrerebbe nella questione o no? è evidente, fuor di satira, che stanno andando a tentoni (è un eufemismo) seguendo il metodo del fango (utilizzato non solo nel caso Cuomo) o comunque quello delle verità confezionate nell’agorà virtuale dei media amici non dico sostituendosi, ma prevenendo, irrispettosamente, il lavoro dei giudici.


Tutto questo mentre quella stessa parte politica in Italia regala le banche agli amici lasciando i risparmiatori azionisti a migliaia con un pugno di mosche (rei appunto di avere una proprietà?) mentre viene sollevato (a bella posta?) il dibattito sui privilegi da riconoscere agli Lgbt …
Ma voi che non siete Lgbt avete una opinione della società futura nella quale vivere? Se ci siete battete un colpo.

Canio Trione