Siglata direttiva che desecreta documenti su Gladio e P2

L’iniziativa adottata potrà rivelarsi utile per consentire la ricostruzione di vicende drammatiche che hanno caratterizzato la storia recente dell’Italia.

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha siglato oggi una Direttiva che dispone la declassifica della documentazione concernente l’Organizzazione Gladio e la Loggia massonica P2, con riferimento alla documentazione relativa agli eventi stragisti di Piazza Fontana a Milano (1969), di Gioia Tauro (1970), di Peteano (1972), della Questura di Milano (1973), di Piazza della Loggia a Brescia (1974), dell’Italicus (1974), di Ustica (1980), della Stazione di Bologna (1980), del Rapido 904 (1984) conservata negli archivi degli Organismi di intelligence e delle Amministrazioni centrali dello Stato.

La direttiva è stata siglata in concomitanza con l’anniversario della strage alla stazione di Bologna. E’ probabile che consentirà di portare alla luce i nomi di presunti responsabili di fatti cruenti e subdoli, anche se si tratterà di persone che, la cosa non si può escludere, non potranno mai rispondere delle loro colpe perchè nel frattempo passate ad altra vita.