Progetto “Dati storti” per superare i luoghi comuni che raccontano il sud

Dal Mezzogiorno nasce una bella iniziativa “Dati Storti” il cui obiettivo è capovolgere i dati del Sud da sempre additato come “Cenerentola” mentre in realtà l’inventiva, la creatività, la solidarietà e la capacità di reagire della società civile del nostro Sud è sempre più evidente.

Proprio per capovolgere il luogo comune di un Sud piagnone e pigro nasce, dalla collaborazione tra l’associaizone Scostumat-Onde alte e Wayouth, il progetto itinerante “Dati Storti”. Un progetto che vuole capovolgere i dati negativi del Meridione in dati positivi partendo dal capitale umano e dalle risorse del territorio. Vede soggetti protagonisti tutti i cittadini che hanno a cuore la rigenerazione e il rinnovamneto del tessuto sociale ed economico della propria terra.

La prima tappa, realizzata interamente in digitale dall’1 al 3 ottobre, riguarderà i territori della Basilicata e della Calabria e si proporrà di contribuire a invertire il trend dell’emigrazione giovanile. Seguiranno poi le tappe che coinvolgeranno Campania e Puglia, e Sicilia e Sardegna, e un evento conclusivo in presenza, a maggio 2022, con i vincitori delle tappe e gli stakeholder chiave per condividere e per dare continuità ai progetti vincitori.

L’iniziativa è gratuita e le candidature sono aperte a partire dal 21 giugno. Per candidarsi https://www.scostumati.org/dati-storti

Una bella iniziativa che parte dal basso e da’ voce ai progetti della società civile che ha la possibilità di confrontarsi e realizzare concretamente le proprie idee a favore del sud cosi ricco di risorse umane e naturali.

Antonella Cirese