Torna a dominare l’abito sottoveste

Direttamente dagli anni ’90, l’abito a sottoveste torna a dominare le passerelle, ma anche lo street style.

Sexy, impalpabile, leggero e raffinato risulta la soluzione giusta quando si vuole esaltare la propria silhouette in maniera semplice. Questi vestitini dalle linee morbide, scivolate, creano un look davvero cool. Reinterpretano in chiave stuzzicante gli amati capi di lingerie femminile esaltando le curve.

Dalla camera da letto direttamente in ufficio. Sono pensati per essere indossati tutto il giorno, dall’ufficio all’aperitivo.

Si combinano con gli accessori più svariati per creare molteplici outfit adatti in ogni occasione dalla più informale a quella più rigorosa. Perfetti quelli dai colori vivaci o in tessuti stampati per i daily look.

Di gran moda fantasie floreali, tropicali e pop. Per la sera invece di gran moda gli abiti sottoveste più preziosi, in seta o raso, con particolari in pizzo o merletto. Meglio in questo caso puntare su colori scuri come il blu notte, il nero, ma anche il rosso fuoco sempre molto attuale.

Lo slip fresa (abito sottoveste) da sera è il top portato con un sandalo gioiello e accessori preziosi per creare il contrasto. Abbinando un blazer può essere adatto anche per l’ufficio. Con il giubbino jeans diventa sportivo e se poi si abbinano delle sneakers e una borsa a zainetto diventa un top outfit. Un paio di decolleté nude su un abitino pastello saranno il massimo per una passeggiata di giorno  Se si abbina al chiodo si otterrà uno stile urban chic. Per lo stile gipsy bisognerà indossarlo con gli stivaletti in suade.

Quando si indossa lo slip dress fondamentale è la scelta dell’intimo che non deve segnare la silhouette né notarsi troppo. Preferibile quindi usare lingerie senza cuciture e un reggiseno con spalline molto sottili.

Paola Copertino