Il Castello Svevo di Trani svela inedite bellezze

Un appuntamento imperdibile per godere di una vista mozzafiato e vedere il castello di Trani sotto una prospettiva inedita ed originale. Dopo una lunga chiusura dovuta alle restrizioni legate all’emergenza covid sarà possibile ammirare lo splendido maniero sul mare e, nell’occasione, conoscere qualcosa in più della sua storia. Venerdì 18 giugno, dalle 18, l’Archeoclub sede di Trani “Antonio Piccinni” in collaborazione con la Direzione regionale Musei Puglia Castello Svevo di Trani e Assessorato alle culture della città di Trani presenta “Gea giornate europee dell’Archeologia 2021- Prospettive castellari’ con la presentazione del percorso esterno dei camminamenti di ronda che rendono visibili porzioni del maniero finora non accessibili, che offrono nuovi racconti di storico architettonici e meravigliose fughe prospettiche.

Per parlarci dell’iniziativa abbiamo raggiunto la Presidente dell’Archeoclub tranese, Anna Minutilli.

Cosa sono le giornate GEA?

Le Giornate dell’Archeologia sono organizzate dall’Istituto Nazionale di Ricerca Aarcheologica Preventiva (INRAP, incaricato dal Ministero della Cultura francese) hanno preso il nome di GEA-Giornate Europee dell’Archeologia (Journées Européennes de l’Archéologie o JEA) come conseguenza della partecipazione all’evento di numerosi Stati europei. In occasione delle GEA il mondo dell’archeologia si impegna a presentare al pubblico i tesori del patrimonio e le complesse attività di ricerca e di tutela sottese a una scoperta archeologica. 

Cosa rappresentano per un territorio a vocazione turistica come la città di Trani?

Come Archeoclub già lo scorso anno realizzammo una iniziativa online causa pandemia: un video sugli studi archeologici relativi alla cattedrale con sottofondo musicale di Davide Santorsola..un tributo alla città di Trani. Rendere protagonista un territorio in queste giornate significa dargli la giusta promozione e visibilità.

E’ un modo per poter attirare flussi turistici?

Il turismo passa attraverso una giusta promozione e valorizzazione, maggiore sarà la valorizzazione e di qualità la promozione più si innesterà un ciclo virtuoso di flussi turistici di qualità ed interessati alla cultura alle tradizioni, all’identità ed alle bellezza di un territorio nel pieno rispetto dello stesso.

Come è stato organizzato l’evento?

Con due interventi mirati: la nuova direttrice l’arch. Anita Guarnieri che ha promosso il progetto di valorizzazione degli splendidi camminamenti che andremo a scoprire e la dott.ssa Margehrita Pasquale storica ed indimenticata direttrice del Castello di Trani che ci narrerà questi camminamenti da cui si godono vedute meravigliose del paesaggio costiero dominato dalla splendida cattedrale.

L’evento sarà realizzato in ottemperanza alle norme Anticovid vigenti. Saranno ammessi due gruppi di 20 persone ciascuno fascia oraria 18/19;30 e 19;30/21 solo previa prenotazione al numero 329 1912179 oppure scrivendo a trani@archeoclubitalia.org

Porgerà i saluti istituzionali l’Assessore alle culture del comune di Trani Francesca Zitoli, mentre l’introduzione, in qualità di presidente Archeoclub sede di Trani, sarà di Anna Minutilli. Poi sarà la volta di Anita Guarnieri, direttrice del Castello di Trani. La visita sarà illustrata da Margherita Pasquale, già direttrice Castello di Trani.

Paola Copertino