Riaprono 180mila ristoranti

Con il via libera ai pasti al coperto, a pranzo e cena, riaprono circa 180mila realtà della ristorazione lungo la Penisola che non dispongono di spazi all’aperto. E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti sugli effetti dell’indicazione della cabina di regia sul Covid a favore dell’allentamento del coprifuoco e della riapertura dal primo giugno di bar, ristoranti, pizzerie e agriturismi a pranzo e a cena anche al chiuso.

La riapertura dei ristoranti a pranzo e cena per chi non aveva spazio esterno riguardava circa la metà dei servizi di ristorazione presenti, ora la platea si allarga.

Le maggiori difficoltà si erano registrate nei centri urbani stretti tra traffico ed asfalto con perdite di fatturato stimate in 3,5 miliardi al mese che ora anche per l’allentamento del coprifuoco possono essere recuperati.

Complessivamente nell’attività di ristorazione sono coinvolte 70mila industrie alimentari e 740mila aziende agricole lungo la filiera impegnate a garantire le forniture per un totale di 3,6 milioni di posti di lavoro.