E’ il momento di rinascere e di spogliarci del superfluo

Lasciamoci alle spalle l’inverno e i suoi grigiori, ma anche tutto quello che appesantisce e non si fa sentire libere. A marzo che segna l’inizio di primavera, si associa il desiderio di rinascita con l’esigenza di spogliarci di abiti troppo pesanti, ma anche di tutto quello che ci soffoca.

E’ questo il momento ideale per guardarci dentro e decidere come lasciarci alle spalle situazioni faticose, persone negative e tutte quelle condizioni che generano emozioni superflue.

Le emozioni sono tutte utili, sta a noi ascoltarle e quindi reagire di conseguenza. Non è sempre facile decifrarle, ma dobbiamo imparare a gestirle e superarle reagendo agli eventi. Tenere il superfluo genera spesso caos, disordine e confusione, dimentichiamo quello che abbiamo, non ci godiamo tutto, lasciamo marcire le cose dove sono e non diamo importanza. La parola d’ordine è alleggerire: eliminare quello che riteniamo inutile, che non ci serve più. Valutiamo quindi gli spazi interni ed esterni senza ingolfarli di cose inutili.

Lo stesso processo riguarda la mente, se facciamo spazio ci permette di incamerare nuove energie. Avremo così una visione più globale della nostra vita, acquisteremo maggiore lucidità e ci focalizzeremo su obiettivi più importanti. Spesso ci troviamo ad avere a che fare con i cosidetti “vampiri energetici” , quelle persone che ci succhiano energia vitale, intrappolandoci nei loro schemi.

Succede quando ci sentiamo ansiosi alla presenza di una determinata persona o ci sentiamo scoraggiati dopo una chiacchierata con la stessa. Bisogna circondarsi da persone che ci consentono di rinnovarci, di sentirci vivi. Dobbiamo quindi identificare le cose e le persone che ci fanno star bene o male e poi dobbiamo cercare di mantenere nel tempo il nuovo stato di benesssere ritrovato.