San Valentino: niente cene romantiche per milioni di innamorati

Niente cene romantiche per oltre cinque milioni di innamorati che prima dell’emergenza Covid avevano scelto di festeggiare seduti a tavola nei ristoranti. E’ quanto stima Coldiretti nel sottolineare che è superiore ai 200 milioni di euro la perdita subita da ristoranti, trattorie e pizzerie che possono aprire con servizio al tavolo solo fino alle 18,00 e solo nelle regioni gialle. Intanto è boom di prenotazioni per le coppie a pranzo che dovranno condividere gli spazi con nuclei familiari che hanno deciso di pranzare fuori casa a prescindere dai festeggiamenti per innamorati.

Nei ristoranti saranno garantite le distanze previste dalle normative anti covid. E, in considerazione del numero di prenotazioni, virus o no, in pochi hanno deciso di restare a casa.

Le aperture a pranzo per San Valentino  rappresentano – sottolinea la Coldiretti –  una opportunità per oltre 46 milioni di italiani residenti nelle regioni gialle ma anche una boccata di ossigeno per le attività di ristorazione che si classificano tra quelle più duramente colpite dalle misure restrittive che hanno provocato un crack senza precedenti. Proprio la ristorazione nell’ultimo anno ha quasi dimezzato il fatturato (-48%) per una perdita complessiva di quasi 41 miliardi di euro.