Nuovo record del mondo per il colonnello Calcagni

L’uomo, l’atleta dalle imprese impossibili, Carlo Calcagni, colonnello del Ruolo d’Onore dell’Esercito Italiano, ha conquistato un nuovo record del mondo. Ce l’ha fatta. Sabato scorso, in sella ad ALINKER, un ausilio rivoluzionario, una speciale bici senza pedali, progettata per tutte le persone che vogliono continuare ad avere una vita attiva e autonoma nonostante i loro problemi di mobilità, è riuscito a percorrere 16,470 km in un’ora.

Testimone dell’impresa è stato lo stadio di Atletica Leggera “Primo Nebiolo”, di Torino, chiuso al pubblico causa covid. Con lui c’erano i giudici della F.I.D.A.L. (federazione italiana di atletica leggera), che hanno ufficializzato il risultato da record.

«Un record dedicato a chi, come me – ha sottolineato il colonnello Calcagni –  insegue un sogno nella vita, nonostante tutto… ai tenaci, ai testardi ed agli ostinati, a chi cade e si rialza sempre, a chi ci prova senza arrendersi mai! Perché loro sono quelli che guardano avanti, perché loro sono quelli che sperimentano sempre e comunque, perché sono loro che credono in un futuro migliore e lo costruiscono giorno dopo giorno, perché non smettono di sognare e non permettono a qualcuno di rubare i loro sogni, perché tutto è possibile se ci credi veramente. Mai arrendersi».

Il brillante risultato del colonnello Calcagni è stato raggiunto nel corso della tappa straordinaria e speciale del Giro d’Italia solidale 2021, che partirà il prossimo luglio, organizzata dall’Associazione Sportiva Dilettantistica e Promozione Sociale –  #PiùsportPiùEmozioni Triathlon Solidale.