I rimedi della nonna per contrastare il raffreddore e i suoi “amici”

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Si chiamano suffumigi o fumenti e sono, senza ombra di dubbio, tra i rimedi naturali più antichi per curare le malattie da raffreddamento.

Le inalazioni di vapore acqueo aiutano a respirare meglio e sono semplici da preparare. E’ sufficiente munirsi di asciugamano pulito, una bacinella con acqua bollente e un cucchiaio di bicarbonato, un potente antisettico. Basta poi e avvicinarsi con il viso alla pentola, coprire il capo con l’asciugamano e respirare i vapori per almeno cinque minuti.  Se al raffreddore si aggiunge il mal di gola basta aggiungere qualche goccia di olio essenziale di eucalipto, per la tosse olio essenziale di cipresso, per la sinusite quello di lavanda. Ugualmente benefiche e più delicate rispetto agli oli sono le foglie di menta, di salvia, di timo, di pino silvestre e di eucalipto.

Per aiutare la “vittima” del raffreddore a superare meglio e prima la crisi da fazzoletto tra i rimedi della nonna troviamo anche il brodo di pollo caldo che rinforza il sistema immunitario e possiede proprietà antinfiammatorie, è ricco di sali minerali e aiuta a recuperare i liquidi persi.

Da non sottovalutare il potere delle tisane. Tra i rimedi della nonna spunta quella classica con limone e miele, ricca di battericidi e antibiotici naturali. Nella versione “moderna” la tisana, tra gli ingredienti, prevede anche lo zenzero. Che, chi riesce, può anche masticare.

E, prima di andare a dormire, la nonna consiglia di applicare un composto balsamico a base di eucalipto sul petto per alleviare i sintomi del raffreddore, in alternativa posizionare sul petto un panno caldo che darà sollievo.

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry