Covid-19: l’associazione l’Eretico di Giulio Tarro, si prepara ad interpellare l’Alta Corte di giustizia dell’Ue

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Approcci diagnostici sbagliati, cure inappropriate, misure di contenimento del scriteriate in relazione all’emergenza Covid-19, in particolare sotto il profilo medico-scientifico, epidemiologico e giuridico. L’Associazione L’Eretico, fondata dal professor Giulio Tarro, il magistrato Angelo Giorgianni e il medico ricercatore Pasquale Mario Bacco, si prepara adinterpellare l’Alta Corte di Giustizia dell’Unione Europea affinché siano tutelati i diritti fondamentali che il Governo Italiano ha violato e continuerebbe a violare.

Secondo gli esperti dell’Eretico sono stati calpestati i diritti dei cittadini tutelati dalla Costituzione italiana e il Comitato tecnico-scientifico del Governo non ha approfondito le indicazioni e le evidenze scientifiche alternative suggerite da alcuni esperti.

Sotto accusa è finito anche l’uso delle mascherine, per il quale lo stesso ministero della Salute prevede possibili controindicazioni, e la somministrazione del vaccino.

Il Comitato legale dell’Eretico ha predisposto due moduli che i cittadini potranno eventualmente utilizzare: uno  per chiedere al datore di lavoro (o al direttore scolastico, in caso di scuole) di assumersi la responsabilità civile e penale per gli eventuali danni alla salute derivanti dall’uso del dispositivo; l’altro per l’assunzione di responsabilità del medico o del pediatra di libera scelta nei confronti del paziente laddove sia disposta la somministrazione di un vaccino obbligatorio.

Il consenso informato del paziente è richiesto per legge: eventuali controindicazioni derivanti dalla cura devono essere indicate dal medico perché il paziente possa decidere se accettare o meno la cura e i suoi possibili danni. I moduli (https://www.leretico.org/moduli-per-manleva-mascherina-e-vaccino-covid-19) sono disponibili sul sito www.leretico.org).

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry